COP. Collab. scolastico

Il collaboratore scolastico VOLUME ESAURITO
La funzione educativa di una professione "non docente"


Carlo Testi
 
Sfoglia libro

-

2° edizione AGGIORNATA A MAGGIO 2014

Il collaboratore scolastico, come definito dal contratto collettivo, non è solo adibito alla pulizia dei locali, alla sorveglianza e alla custodia, come il vecchio bidello. Oggi svolge compiti di accoglienza e soprattutto si occupa della cura e dell’assistenza agli alunni disabili. E’ la persona che, dopo gli insegnanti, ha più contatti con i ragazzi. Nei Paesi in cui la figura del collaboratore scolastico non è presente, se ne avverte la mancanza e si sta studiando il modo di colmarla.

E’ una professionalità che si può sviluppare meglio all’interno di una scuola considerata comunità di apprendimento

 

Carlo Testi, Dirigente scolastico. Da anni si occupa della formazione degli insegnanti e del personale ATA. I suoi maggiori interessi riguardano attualmente lo sviluppo della progettualità della scuola, l’autonomia scolastica, i curricoli della scuola di base, in particolare quelli dell’area linguistica, l’italiano come L2, la valutazione, l’intercultura, sui quali ha pubblicato numerosi articoli e saggi.

 

Hanno collaborato alle schede:

Alessandro Gabbrielli, collaboratore scolastico e segretario della Flc Cgil di Arezzo

Isetta Bersanti Mauceri, avvovato

Renzo Liccioli, Funzionario dell’Ufficio scolastico regionale della Toscana

Luca Benci, giurista, esperto di legislazione sanitaria

Tonino Proietti, docente universitario

 

ISBN 978 – 88 – 95920 – 73 – 3

 

 


Autor*

Carlo Testi


Commenta sui social network